fbpx

Questioni di Regia… divina

Questioni di Regia… divina

Questioni di Regia… divina 1800 1200 Silvia Pedri
mille e una storia... mille diverse vie...

Mille e una storia… Mille diverse vie… Questo è il tuo Destino.

 

Oggi vi propongo tre piccoli estratti da alcuni post comparsi recentemente sulla mia Pagina Facebook.

Questioni di regia… divina!

All’inizio ci sentiamo vittime. Col tempo, da passivi assaporiamo la gioia di diventare attivi, cresciamo, diventiamo creativi, ci rendiamo conto di quanto stiamo imparando e di quando stiamo costruendo di buono.

E’ così che alla fine arriviamo a sentirci quasi come registi della nostra vita. E siamo attori sempre meno presi da ansie da palcoscenico. Il mix artistico alchemico emotivo della vita è ricco e succoso… Vale la pena di provare e di esserci, di SENTIRE tutti i ruoli che la vita ci offre.

Poi improvvisamente, a forza di giocare, ci si accorge che la sceneggiatura completa del progetto divino non l’abbiamo mai in tasca, che ad esempio ci arriva sempre non l’attore scritturato ma quello giusto per la parte, anche se ci sembra strano e ci mettiamo anni a immaginare come fare… Alla fine ci accorgiamo che siamo registi di bottega, amatoriali, ci divertiamo, sì, ma la Vita è troppo grande per noi: la Regia è molto più in alto e noi siamo piccolini.

Le storie si creano da sole, attraverso di noi. Noi desideriamo, sentiamo, osserviamo, impariamo, agiamo. E questo è tutto ciò che è in nostro potere. Fare ciò che si sente. Vivere col cuore.
I risultati, gli eventi, non sono sotto il nostro controllo. Dal controllo siamo esonerati.
Siamo noi a permetterli o meno, a farci larghi per accettare che passino attraverso di noi le cose sempre più belle grandi e ricche della vita.

Della Regia della Vita ci si fida anche volentieri. Ne facciamo parte, collaboriamo a sceneggiatura, luci, scenografia, costumi, colori. Possiamo vivere con noia o con passione con ansia, disperazione, dolcezza o entusiasmo, possiamo avere più o meno forza, andare più o meno lontano, essere più o meno felici.
Ma la Vita ci stup-irà sempre perché noi siamo stup-idi e non riusciamo minimamente a immaginare la sua grandezza.
E siamo Grati di ciò!

 

.–.  .–.

Il senso sei tu

Insensatezza non è assenza di senso. Il senso c’è sempre. Insensatezza è incapacità di vedere il senso.
Sensato è vedere il mondo pieno di preconcetti, ingiustizie, egoismi e meschinità…
Insensato è sentirsi vittime del mondo, di questo mondo insensato.
Il senso è creare un Nuovo Mondo.
Il senso è vedere fragilità, debolezze, ignoranza e smarrimento e accettarli, come parte del gioco, come passi della crescita, dentro e fuori di noi.
Non siamo vittime, siamo creatori.
Non siamo vittime di poteri più grandi, siamo noi il potere più grande.
Essere umani significa essere divini.

Capirlo porta a smettere di lamentarsi e arrabbiarsi e iniziare ad agire.
Ognuno agirà a modo suo, come può e pare a lui, per essere oggi e in futuro, fiero di sé stesso e del mondo che lo circonda, che lui ha creato e in cui lui vive.
Il mondo non è uno.
Il mondo sono tanti quanti sono gli esseri umani.
Il mondo in media è spaventoso e ci vuole coraggio solo a decidere di restare, a scegliere di volere essere felici.
Ma ognuno attrae a sé eventi situazioni persone… ognuno contamina, contagia tutto intorno a sé con la sua forza, le sue scelte, il suo amore.
Ogni persona riceve dal medesimo pianeta feedback differenti perché ogni persona riceve ciò che dà, raccoglie ciò che semina e che coltiva… e che trasforma…

Tutto il mondo non può cambiare e non cambierà. Ma TUTTO IL TUO MONDO dipende ora TOTALMENTE da te.

Sii creatore di te stesso. Alza la testa e di’ di sì e di’ di no, per quanto ti è possibile, ora.
Ogni cosa intorno a te si riposiziona a partire dalla posizione che SCEGLI di tenere tu.

La Terra è il Pianeta della evoluzione e del libero arbitrio.
Questo è il senso.
Il senso sei tu.

 

.–. .–.

Lavoro meccanico o creativo?

In russo la parola e il concetto “lavoro” si traduce con diversi termini tra cui i due, opposti per significato, “rabota” e “trud”. “Rabota” ha la stessa radice della parola robot e già questo spiega tutto. Si tratta del lavoro da “operai”, o da schiavi, il “faticare” come si dice a Napoli. ;)) “Trud” è il lavoro per vocazione, il lavoro dei “creativi”, che di certo non si risparmiano nessuna fatica, che si assumono tutti i rischi, ma fanno quello che gli pare.
Credo che questa sia la vita del futuro, fare cose che hanno un senso per te e per gli altri, che danno gioia a te e agli altri. E in italiano non si chiameranno più “lavoro” perché col “labor” latino (trad: lavoro, sforzo, operosità, fatica, pena) non hanno niente a che fare. Hanno a che fare con la soddisfazione, la salute, la libertà.

C’è un’altra cosa però che la lingua russa sa e la lingua italiana fa finta che non esista.
Il lavoro, come abbiamo visto non sempre è connesso a fatica e schiavitù, ma può essere connesso a fatica, scelta e felicità. Può essere meccanico, come il “rabota”, o creativo, come il “trud”.
Non solo, ma “trud” ha la stessa radice dell’aggettivo “trudni”, difficile. Ma che sorpresa. Chi tiene corsi di crescita preferisce omettere (non è marketingly correct ;)) che crescere non è una via facile, che richiede tanto amore, tempo, tenacia.

Il “trud” fondamentalmente è essere se stessi e fare quello: fare cioè cose uniche al mondo o per lo meno farle in un modo unico al mondo.
È una via inevitabile. E’ l’unica via autentica, che rispetti l’essere umano.
Ma è difficile. Certo. Sempre. E in questo mondo ancora antico lo è anche di più.
È la via del fluire e dell’osare. È la via della fede in se stessi e nello Spirito. È la via che congiunge Cielo e Terra, in reciproco nutrimento. È l’unica via che conduca alla realizzazione personale e alla crescita a 360 gradi.
È una via che non esiste?
Ma la stiamo creando!
Ora.

 

 

Se ti è piaciuto l'articolo, leggi anche:

  • L’antico autentico valore del Natale
    No, dico ma voi sapete che periodo stiamo vivendo? Il più importante di tutti.L’introspezione, la guarigione. Il letargo è il momento più creativo di tutti. Lo Spirito scende in noi e ci illumina dent...
  • Gatto in scatola
    Quando vidi un Giaguaro dentro una scatola (per sua volontà) capii che doveva esserci sotto qualcosa. Non sotto alla scatola. Dico proprio  sotto questo amore per le scatole che i felini mostrano di a...
  • Con amore, dire di No
    "Tutto triste, il camaleonte si rese conto che, per conoscere il suo vero colore, doveva posarsi sul vuoto." (Alejandro Jodorowsky) A volte bisogna dire di no.A volte bisogna dire basta.Quando?Qu...
  • Dire di sì all’Amore
    Per dire “ ti amo ” gli indiani Yanomami usano queste parole: ”YA PIHI IRAKEMA”, che tradotto suona pressapoco così: “Sono stato contaminato da te", ossia una parte di te è entrata in me, dove vive e ...
  • Se non sei concentrato non ti puoi espandere
    "Se non sei concentrato non ti puoi espandere."Sembra il detto di uno di quei guru che guidano al Successo. Ma potrebbe essere una massima macrobiotica, o di filosofia cinese. È entrambe le cose!È que...
  • Quando il Successo è maturo
    Quando il frutto è maturo..."If you can dream it you can do it"Walt DisneyIl successo si ha quando non te ne importa più, quando hai già imparato come si fa. "Massì! Ho capito…" Se riesci a vederlo ne...
  • Ad amare comincia Tu!
    Cominciamo bene… Comincia tu!Gli incontri importanti hanno qualcosa di estremo, piacevole e compulsivo.Tanto è vero che non gli si sa resistere.E loro aprono Vie Nuove nella vita di ciascuno…Come si s...
  • Sciamanesimo Italiano o Magia della Natura?
    Esiste lo Sciamanesimo Italiano?"I forti calori dell’estate si sono ormai attenuati, non è più tempo di forza e di eccessi, e la Natura inizia a ripiegare con pudore la sua bellezza ancora sfavillante...

Silvia Pedri

Silvia Pedri

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una Pagina Facebook con 15.000 fan (2020). Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi saggi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta.

Tutti gli articoli di: Silvia Pedri