Siamo stati Musica

Siamo stati Musica

Siamo stati Musica 1200 684 Silvia Pedri

Lei era Virgola, icona swing.
Lui era Svaporello, re del newpop-oldstyle. Ma che dico Re. Di più. Era il Sol.
Era la chiave di tutta l’esistenza, il diapason poetico, era ritmo e melodia. Era il cuore da cui partiva la voce che faceva piroettare il mondo su se stesso.

Ma andiamo con ordine, tutto a tempo debito…

Siamo stati Musica - Silvia Pedri
A Svaporello a volte venivano delle cose… non sapeva nemmeno lui cosa… all’improvviso… e svaporiva tutto. Si sentiva mancare. E il Sol si rabbuiava. Sentiva che gli mancavano delle cose.
Qualche nota nella testa gli mancava sicuro.  Ma bando alle sincopi. Sinapsi più, sinapsi meno… Ogni tanto ne saltava una. Ogni tanto… svaporiva.  Cosa sarà cosa non sarà… Sarà un accento, sarà un apostrofo. Aveva tutto lui, non gli mancava niente ma forse sì, a volte gli mancava tutto o almeno un pop.
Un doppio boh, un doppio boh on the rocks, please, anzi under rocks. Sottoterra. Così si sentiva. Così tanto che avrebbe preferito non ascoltarsi. Ma che fare? Che ne sapeva lui. Sarà un accento sarà un apostrofo. Eh chi lo sa. Lui ci provava, li metteva un po’ in giro questi schizzetti ma non ne aveva grande controllo.

Lui sapeva cantare. Leggere e scrivere meno. Forse non sapeva cantare. Forse gli mancava un Do. Semplicemente un Do. E non si sarebbe mai più sentito così bemolle. Ma no, anche il Do ce l’aveva. E dei Sol poi! … lunghi e duri, ben tenuti come nessun altro. E allora qual’era la chiave? Forse gli mancava un Do. Forse gli mancava un Dio. Un D-Io. Un apostrofo rosa tra le parole D e Io.
Un po’ d’amore tolto il sentimento. Un po’ di jazz tolto il sentimentalismo.
Un po’ di virgole. Di virgole vere.

TO BE CONTINUED
(FORSE)

 

*****

Nel frattempo, se vuoi leggere un intero romanzo di formazione e trasformazione, romanticissimo, poetico, intenso e pure un po’ swing…

C’è vita sul pianeta

Due idioti geniali inciampano nell’amore, spaccano l’incantesimo del destino e si ritrovano faccia a faccia con se stessi.

Da Milano a Buenos Aires e ritorno in una settimana, fine novembre 2017. Silvia è in viaggio, un viaggio né di lavoro né di piacere, è in missione per risollevare le sorti della sua vita. Si chiama Rivoluzione Solare Mirata ed è una pratica astrologica che consiste nel trascorrere il compleanno nel luogo del mondo in cui le condizioni astrali sono le più favorevoli possibili per l’anno a venire. Estremi mali…

Silvia Pedri

Silvia Pedri

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una pagina facebook con, nel 2019, più di 15.000 fan. Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi saggi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta.

Tutti gli articoli di: Silvia Pedri
1 commento
  • Avatar
    Maurizio Sabattini 13 Aprile 2019 a 10:50

    Trovo questo scritto di Silvia Pedri, almeno credo sia suo, visto che non c’è firma, davvero sublime, in alcuni punti perfino eccelso. È stato un vero piacere leggerlo. Complimenti vivissimi da parte mia, almeno per quello che valgono le mie lodi. Spero proprio che continui questo scritto. Buona Pasqua!