I blog fanno male?

I blog fanno male?

I blog fanno male? 1197 630 Silvia Pedri

Meglio felicità che in-felicità. Però io continuo a pensare che condividere la propria felicità con il mondo su Facebook e i social media sia una perversione, una perversione sentimentale tale e quale le perversioni sessuali e di fatto molto peggio.
Chi ha gusti sessuali bizzarri è onesto con se stesso, li conosce e li tiene per sè. Chi condivide la sua intimità è senza intimità 🥶 e manco lo sa.

La questione non è solo l’autenticità e l’intimità.
La vera tragedia del nostro tempo è l’intensità.
Quella è la grande vittima. MISSING!
L’intensità non può resistere diluita. L’esposizione fa calare il desiderio. La condivisione fa calare l’esperienza.
È la vita a non esistere più. 

 

Intimità - Non condividere la vita sui social media

 

 

L. ha appena aperto un blog.
Lo voleva fare da tanto e adesso che era in vacanza proprio era il momento.
Ha rubato qualche ora al sonno e alla vacanza (e alla compagnia del, come lei lo definisce, “l’uomo migliore del mondo”) ed eccoci. Fa l’annuncio sul suo profilo Facebook. Tutti fanno le felicitazioni per il nuovo nato.
Io sento il bisogno di chiedere perché.
“Perché questo parto?”
Lo chiedo con la massima umiltà perché davvero vorrei sapere cosa l’ha mossa ad aprire un blog. E lei ha la cortesia di rispondermi. La sua risposta è tipo “Boh che domanda! Che male c’è! Lo fanno tutti.”
Risposta di per sé inquietantissima. Ma c’è dell’altro…

Silvia: Il blog è davvero molto bello. E anche voi lo siete. Mi chiedo però perché condividere pubblicamente, con chiunque, la vostra vita privata. È una curiosità che ho. Io non lo farei mai e vorrei capire chi ama farlo.

L.: In che senso vita privata? Mutuo e vacanze, per esempio? Per spirito di condivisione, non mi sembrano argomenti tabù da tenere così riservati. In fondo cosa sono i blog?

Silvia: Grazie per la risposta. No non sono tabù. Per “vita privata” non intendevo niente di cui vergognarsi o da tenere nascosto, intendevo solo qualcosa di intimo, personale, che normalmente non si divulga (ma in realtà oggi normalmente si divulga, sono io che sono molto molto antica). Forse divulgarlo è un modo per allargare la cerchia degli amici….

 

Ma la mia domanda rimane. La domanda che fa lei al termine del suo commento. Per lei è una domanda retorica, per me no. Mi interessa.
In fondo, cosa sono i blog?” Già. Che cosa sono? Perché sono? Trattassero di argomenti tabù varrebbe la pena scriverne ma così… Dal punto di vista esoterico-energetico fanno male a tutti. Non solo crescono “l’importanza personale e la concentrazione su se stessi” (virus principale che attenta alla vita del Guerriero Spirituale e di ogni essere umano secondo Castaneda) ma compromettono lo sviluppo di organismi viventi. Ad esempio, nella fattispecie, almeno tre: lei, lui e la coppia.

Lo sviluppo non è più libero: non è più meraviglia quotidiana, trasformazione e sorpresa: è una storia narrata. Ed è anche uno sviluppo molto è più fragile: stanno insieme da nemmeno due anni, stanno per andare a convivere… e già si espongono a sguardi commenti gelosie tentazioni e a qualsiasi spiffero o tormenta energetica varia ed eventuale provenga dall’infinito mondo.
Chi legge impara poco e/o si diverte poco: ci guadagna poco. Chi scrive ci perde molto. Allarga la famiglia a chiunque di passaggio. Perde l’intimità, la complicità, l’avventura, il piacere della solitudine, il piacere della compagnia, la costruzione di una vita nuova. Ma entrambi sono rassicurati. Rassicurati che il mondo funziona così, in modo normale, che anche loro sono una coppia normale, come tante, e non cambieranno tanto facilmente e va bene così.
Benvenuti nel Valiumèffect. Keep Calm and Keep Spleeping.

 

*****

Conosco un posto pieno di vita…

C’è Vita sul Pianeta – Il mio ultimo romanzo
Due idioti geniali 
inciampano nell’amore, spaccano l’incantesimo del destino e si ritrovano faccia a faccia con se stessi.

Da Milano a Buenos Aires e ritorno in una settimana, fine novembre 2017. Silvia è in viaggio, un viaggio né di lavoro né di piacere, è in missione per risollevare le sorti della sua vita. Si chiama Rivoluzione Solare Mirata ed è una pratica astrologica che consiste nel trascorrere il compleanno nel luogo del mondo in cui le condizioni astrali sono le più favorevoli possibili per l’anno a venire. Estremi mali…

Se ti è piaciuto l'articolo, leggi anche:

Ti tengono d’occhio Non va bene. E non va bene per una ragione molto tecnica molto pratica e molto devastante. Non va bene essere sempre sotto i riflettori. Non va bene che non esista più la differenza tra persona e personaggio tra sfera privata e pubblica. Non va bene, soprattutto, condividere le proprie esperienz...
Silvia Pedri

Silvia Pedri

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una pagina facebook con, nel 2019, più di 15.000 fan. Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi saggi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta.

Tutti gli articoli di: Silvia Pedri