fbpx

Sai quanto ti costa. (Lo sai davvero?)

Sai quanto ti costa. (Lo sai davvero?)

Sai quanto ti costa. (Lo sai davvero?) 1920 1080 Silvia Pedri

“Quando inizi hai già vinto. 
Perché sai quanto ti costa e quanto ti costerà. 
Perché sai che ne vale la pena. Perché sai che non mollerai fino a che non avrai portato a compimento. 
Perché ne va della tua vita, della tua integrità, della tua felicità, del tuo rispetto per te stessa/o, del tuo amore. 
Perché lo fai con amore per amore. Perché, inevitabilmente, ci metti così tanto amore, gioia, divertimento, piacere, dedizione, che, qualsiasi cosa sia, scoppierà di vita e potenza creativa, artistica, terapeutica e manifestatrice. Così bella che se non vince chissenefrega. 
Ha già rivoltato il mondo, o per lo meno la tua vita.”
(Silvia Pedri)

Ogni persona, per vivere fedele a se stessa e a ciò che ama e onora, fa dei sacrifici, ogni giorno. 
Sta creando. Sta creando la propria vita, sta creando il proprio mondo, sta creando, indirettamente, il mondo che la circonda. Vivere nel rispetto di se stessi sembra cosa semplice ma non lo è affatto, tanto meno di questi tempi così rischiosi e confusi. C’è bisogno continuamente di distruggere e ricostruire, rivoluzionare. Stare in ascolto. Agire. 
Ogni persona sta cercando di capirci qualcosa, di mettere ordine, di dare Senso alla vita, non giorni alla vita ma Vita ai giorni. Tanto di giorni alla vita ce ne sono sempre e comunque troppo pochi. Si è sempre all’inizio dell’opera. Mai neanche a metà dell’opera. Sempre troppo acerbi per capirci qualcosa. Ogni persona fa fatica e non ha mai abbastanza tempo, energie, fiducia per realizzare tutto quello che sente in cuore. Ogni persona fa sacrifici e sa quanto gli costa.

Quando riesci a fare qualcosa di buono, di diverso dal solito, di bello o entusiasmante per te o utile o poetico per qualcuno, tu sai bene quanto ti costa. Ma sai anche che le cose che nutrono e fanno esultare il tuo cuore sono le uniche che veramente meritano di essere vissute, che danno Senso alla vita, Vita ai giorni.

Quanto ti costa?
Dipende dall’entità dell’impresa.
Ma, certamente, ogni volta che fai realmente qualcosa, devi tirare fuori da te volontà. 
E devi mantenerla costante e stabile trasformandola in disciplina. Non rigida altrimenti si rompe. Flessibile.
 Ma costante. Radicata nella motivazione. Quando sei motivato, quando sai che cosa stai facendo e perché, sei libero dai condizionamenti, dalle paure, dai sensi di colpa. Puoi e devi solo fare. Ora. E ancora.

Pirobazia e allineamento

Ma il costo forse più ingente che ti è richiesto è la disponibilità a perdere. 
E non dico: a uscirne sconfitta/o. Non solo quello. Quello non sarebbe nulla. Sì, una ammaccatura all’orgoglio, ma non cambierebbe nulla in fondo. Torneresti semplicemente indietro, alla base, allo status quo… Ingoieresti il gusto amarognolo della rinuncia e tireresti il sospiro di sollievo della sicurezza, dell’abbraccio, scomodo, vile, ma sincero del tuo vecchio mondo, del tuo vecchio io.
Sì, puoi perdere, puoi puntare tutto e uscirne sconfitto. Ma c’è di peggio.
Forse. 
È che non sai cosa e quanto perderai per ottenere quello che vuoi. Sulla strada del tuo “Nuovo Io” non sai ancora che cosa accadrà e tanto meno sai che cosa accadrà quando la trasformazione sarà a uno stadio avanzato o sarà compiuta.
Ma una cosa te la devo dire, la devi sapere. Una cosa accadrà di sicuro: avrai perso tutto. Sei pronto a perdere tutto quello che hai? Quando sarai farfalla non sarai più bruco. Proprio per niente.
Altroché cambiare pelle! Cambi Dimensione. Cambi Mondo. 
Cambi occhi, cambi ali. Cambi Bellezza.
Puoi essere, fare, immaginare, concepire, realizzare cose che mai avresti potuto sognare prima di allora. Sei una creatura nuova. Hai avuto l’audacia, la volontà, la pazienza e la tenacia, di crearti, in sintonia con il tuo vero Sé, i suoi modi e i suoi tempi. 
Ma soprattutto hai avuto il coraggio di lasciare andare il tuo vecchio io. Il cambiamento costa coraggio. Come ogni volta che parti per un Viaggio. Come quando ti sei incarnato in questa vita. Hai un progetto di massima. Ma poi l’esistenza non rispetta mai i tuoi programmi! 😉 La prima condizione che il cambiamento ti richiede è lasciare andare. Perdere tutto. Essere disposto a perdere tutto. Perdere le tue vecchie abitudini intossicanti nella relazione con te stesso e nella relazione con gli altri, il tuo te stesso, i tuoi altri, tutte le tue certezze, i tuoi rifugi, tutto l’intreccio delle tue convinzioni che tesse i muri delle tue prigioni, e tutte le tue prigioni. Alcune prigioni erano anche comode. Ma hai voluto crescere. Andare oltre. Hai voluto vedere la luce, fuori dalla prigione. Hai voluto vedere i colori.

Ho avuto l’onore e il piacere di fare alcune esperienze di pirobazia o camminata sul fuoco (fuoco o carboni ardenti a 800 gradi centigradi è quasi la stessa cosa, soprattutto quando la camminata si protrae per decine di metri). Si tratta di una esperienza “mind-blowing” si direbbe in inglese, che letteralmente spacca la mente (e rinvigorisce spirito e corpo) e può essere fonte di infinite riflessioni. Oggi te ne propongo una.

Pirobazia - Camminare sui carboni ardenti

La Pirobazia è una metafora della vita.
In questo modo:

  • Hai una meta, sai dove vuoi arrivare e sei motivato. Altrimenti non ti muovi, non ti getti certo nel fuoco. Devi essere motivato e devi sapere dove vuoi arrivare. Allora getti il tuo cuore. E tutto segue.
  • Hai il tuo percorso davanti a te. Non certo facile. Lo abbiamo detto fino ad adesso. È pieno di castagne sul fuoco, di patate bollenti. Cammini sulle uova e spesso perfino sui carboni ardenti. Così è la vita, quando fai qualcosa. Sai quanto ti costa. Sai che ti costerà. Sai che rischi tutto. Sai anche che per quella meta, che ti motiva e ti sostiene nella tua camminata sui carboni ardenti a 800 gradi, sei disposto anche a rischiare la vita. Certo, è in conto. Ogni giorno è in conto. Potresti perdere. Perdere tutto. Meglio che ne valga la pena.
  • Il pirobata vince sempre. Arriva alla meta. Porta a termine il suo percorso. Metaforicamente e materialmente. Sa quanto gli costa. Accetta di pagarne il prezzo. 
Accetta il pacchetto completo, accetta tutto. Accetta di perdere tutto. E parte. Si getta nel Fuoco. E procede. E non rinuncia e non si ferma. Tentennare sui carboni ardenti significa farsi bistecca. E vince. Sempre.

Se sai quello che vuoi e accetti di pagarne il prezzo, vinci.
L’energia segue sempre la Volontà.
La Volontà è la più alta manifestazione dello Spirito.
Se sei allineato nella tua Volontà, sei allineato con lo Spirito, e non puoi fare a meno di vincere. Ma qui si aprono altre riflessioni…
Dicevamo i costi. 
Il pirobata è un guerriero. Non è un eroe, è troppo umile per definirsi o sentirsi tale. Il suo rapporto col Fuoco non può che renderlo umile. Ma è un guerriero. Va in battaglia costi quel che costi. Sa che la vita richiederà, in ogni caso, fatica, coraggio, pazienza, perseveranza, sacrificio. Sa quanto gli costa e, fiero, sta ai patti.
Trova una meta a sostenere il suo cammino, una meta che valga la pena. E camminando su reali carboni ardenti si allena a rendere possibile l’impossibile, a sperimentare mete grandi, ad avere fede e fiducia, a mantenere radicata la motivazione e costante la volontà e la disciplina…

È così che, un giorno, gli potrebbe capitare… di scoprire una cosa…
Che non costa nulla. Che non è una guerra né una battaglia. 
È allineato con il Fuoco, la Verticalità, la Luce, il Calore dello SPIRITO. 
E tanto basta.
Camminare sui carboni ardenti non è un sacrificio. I suoi piedi mai divennero bistecche. Mai si fece un graffio. Una volta gli venne una veschichetta, per un secondo di crollo di fiducia e quindi di allineamento. E fu l’unica vescichetta della sua vita che non gli diede alcun fastidio.
 Camminare sui carboni ardenti non è un costo. Ardeva anche lui nel suo cuore. La sua essenza era della medesima natura dell’essenza del Fuoco, era in sintonia e in amore con tutti gli elementi del Creato. Il Fuoco l’ha abbracciato, purificato, sostenuto. Hanno danzato insieme.
Ad esempio, ricorda che mai come quella volta che camminò per 50 metri gli sembrò di camminare sul velluto. E’ stato bellissimo. Quella volta era davvero connesso. In sintonia con Se stesso e con lo Spirito, dentro e fuori di sé. In Sintonia. Punto. Mai come quella volta sentì Pace. Prima, mentre, dopo la camminata.

È così che scoprì che la guerra non esiste, è una invenzione degli uomini, una invenzione dell’ansia, della paura o della avidità. Scoprì che lui non è mai stato un eroe, e non è nemmeno un guerriero e che non ha certo voglia di esserlo adesso. Si sta troppo bene così. Luminosi. Felici.
 Scoprì che la Pace e la Gioia sono la meta e il percorso, sono il prima, il mentre e il dopo il cammino. Scoprì la Bellezza del Cammino, con tutta la sua, impegnativa, preparazione. Scoprì che tutta l’energia e il tempo che aveva spesi per compiere la sua impresa non solo erano stati ricompensati in modi meravigliosi e strabilianti ma che erano belli anch’essi, momento per momento, magici e leggendari, attimo per attimo.
Il pirobata sa quanto gli costa percorrere il suo cammino. E lo accetta. E intraprende il cammino. E lo porta a termine.
Per accorgersi che pensava di rischiare, pensava di soffrire, e invece è stata solo Pace e Meraviglia.
Per accorgersi che l’unico Senso della vita è godersi il Presente, con coraggio, con attenzione e autenticità.

Camminare su carboni ardenti - Pirobazia

E tu? 

Sai davvero quanto ti costa?
No. Non hai ancora potuto sperimentare quanto è bello il cammino. Non hai ancora voluto sperimentarlo.
Sai che cosa ti costa il primo passo, sai che cosa ti costa essere disposto a fare il primo passo, a staccarti dal passato. Ti costa la vita, la tua vita attuale, ti costa essere disposto a perdere tutto. Ti costa il coraggio e la consapevolezza della tua Volontà.
Non sai ancora, non puoi ancora saperlo, che il sacrificio in realtà è Grazia, che la morte è rinascita e la perdita abbondanza, che ogni passo è un passaggio e, se sarai puro e allineato come il Fuoco, non solo sarà indolore ma sarà inesorabile leggero e aggraziato come un perfetto passo di danza.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi leggere anche: Finalmente mi sono buttata nel fuoco per te (e per me)

Se sei interessato a partecipare puoi chiedere informazioni direttamente a: http://www.pirobazia.eu/

Se ti è piaciuto l'articolo, leggi anche:

Finalmente mi sono buttata nel fuoco per te (… e p... Prima di leggere l'articolo, guarda il mio video introduttivo:     Che cosa ho imparato dal camminare sui carboni ardenti.   750 gradi centigradi di braci sono una cosa seria. Sono una cosa vera e reale. Tangibile. Li ho toccati con le piante dei miei piedi. E le piante dei...
Silvia Pedri

Silvia Pedri

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una pagina facebook con, nel 2019, più di 15.000 fan. Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi saggi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta.

Tutti gli articoli di: Silvia Pedri