fbpx

Monologhi dell’Utero – Parte 2

Monologhi dell’Utero – Parte 2

Monologhi dell’Utero – Parte 2 1200 628 Silvia Pedri

Da questa serie di articoli nascerà presto un progetto di Alchimia Femminile. Se sei interessata a ricevere news a riguardo, iscriviti alla mia newsletter a questo link e seleziona anche la voce “News di Alchimia Femminile”. Se sei già iscritta, modifica le tue preferenze cliccando su “Update your preferences” in fondo all’ultima newsletter ricevuta e segui le istruzioni via mail.

 

Monologhi dell’Utero – una ricognizione

 

Un tempo ci si preoccupava.
Racconta Marco Montemagno, nel suo libro “Lavorability“, che nell’800 si era terrorizzati dai treni: alcuni scienziati si mobilitarono per ammonire che la velocità dei treni avrebbe fatto muovere l’utero. I corpi delle donne non erano progettati per andare a cinquanta miglia all’ora e ci si preoccupava che gli uteri delle donne passeggere volassero fuori dai corpi mentre venivano accelerati a quella velocità.
Che cari.
Ci si preoccupava pure troppo.

Sigmund Freud, il creatore della psicanalisi, coniò il concetto dell’ “invidia del pene” preoccupandosi per le inquietudini femminili. Vorrei che qualcuno lo avesse già annunciato ufficialmente. Se nessuno davvero lo ha già fatto, lo faccio io ora. Poche pensate nel corso della storia dell’Umanità sono state più idiote di questa dell’invidia del pene. La Terra genera, la terra è rotonda, la terra è completa. È la linea che ne esce, il fallo, a essere a disagio, a essere esposto, a essere fuori equilibrio, a essere nell’ansia, nella compulsione, di doversi dare da fare per conquistarsi uno spazio, è il pene a essere invidioso.
Qualunque alchimista, qualunque sciamano, qualunque persona che conosce le energie ed è di sesso maschile deve venire a patti con la sua invidia dell’utero.
L’Utero è il luogo, dentro ogni donna, dove la forza e la consapevolezza del pianeta Terra, la nostra briciola di Universo, risiede e risuona, è, di fatto, lo scrigno e il forziere che fa gola a ogni uomo e lo attrae terribilmente e ineluttabilmente.

L’alchimista sa, per intuizione e buonsenso, per studio e per esperienza, che la donna è facilitata nel suo processo evolutivo, e proprio grazie all’utero. Ha il calderone, ha l’alambicco, ha un centro, permanente, di gravità, in cui sentire, in cui raccogliersi, in cui elaborare, in cui trasformare, in cui partorire se stessa.
Lo sciamano sa che la donna, per natura, ha il privilegio di stare ben radicata nella concretezza, nell’energia del nutrimento primordiale, nelle emozioni, nel sentire, nella consapevolezza silenziosa, e allo stesso tempo di stare fuori e dentro lo spazio infinito, la vastità, di godere dentro di sé di uno spazio vuoto che le dà il potere dello Spirito, di trovarsi naturalmente sull’orlo di un Abisso, poterlo tenere dentro, lui e tutti i suoi doni.

L’utero è luogo di generazione, di nutrimento, di consapevolezza, di ideazione, di Sognare, di Creazione.
L’utero è il luogo della trasformazione, che può essere trasformazione fisica (creare nuovi corpi) o spirituale (creare se stessi, creare qualsiasi cosa fuori di sé)
Tutti gli uomini hanno bisogno di un utero e chi non ce l’ha, chi non ha conquistato l’amore di un utero, paga a caro prezzo, con suore e sangue, il suo squilibrio.
L’utero è un luogo di cura, dedizione e gestazione. Ogni donna ha cura di ciò che le sta a cuore. I motivi sono energetici e biologici. La donna custodisce l’amore, la connessione, il nutrimento della coppia e di conseguenza nutre, salvaguarda e gesta anche il suo uomo, in vari modi e con vari rischi, che vedremo…

Monologhi dell'Utero - Silvia Pedri Life Artist

Nel primo post di questa serie (LEGGI QUI) che ha già riscosso un enorme successo, scrissi: “Perché questi argomenti? Perché li amo, perché li voglio. Perché sono preziosi. Perché sono strumenti utili, potenti, semplici, necessari e indispensabili per guarire il rapporto con se stessi e con gli altri e portare Pace, Gioia, Amore nel mondo“.
Aggiungerei: “Perché questi argomenti? Perché ne ho BISOGNO, in quanto donna, che deve salvaguardare se stessa prima di tutto, che deve conoscere, amare e vivere felice, per la gioia sua, condivisa con tutti quelli che ama e che la amano. Perché non ne parla nessuno, non in questo modo. Perché considerare l’utero associato alla maternità, alla procreazione e al parto, è come considerare le mani associate alla cucina e alle mansioni domestiche. Siamo ben più che corpi che generano corpi, sia esseri energetici. Perché con le mani e con l’utero si creano mondi! Perché questi argomenti? Perché sono preziosi. Perché qualunque donna, che sia mamma in atto o solo in potenza, sa che ha dentro il potere della Terra e che il potere della Terra consiste in fiorire e fruttificare. La gioia e la realizzazione personale di ogni donna consiste nel fiorire e fruttificare”.
E questo è possibile farlo solo con amore.

Neil Douglas-Klotz, nella prefazione a “Il Piccolo Libro dell’Amore” di Gibran, la chiama RADIOSITÀ CREATIVA.
Nelle lingue semitiche, arabo, aramaico ed ebraico, che derivano tutte dall’ebraico antico, che deriva dall’egizio, che alcuni sostengono derivare a sua volta dalle lingue atlantidee ma per certo si sa che fu il verbo in cui si espresse il pensiero alchemico originario, la culla dell’esoterismo della civiltà occidentale, del suo contatto mistico e filosofico con Dio, nelle lingue semitiche dicevo, per indicare “amore” si usa anche la parola “rahm” che ha la stessa radice di “utero” e che letteralmente significa “la forza luminosa che si muove dentro” (quest’ultima cosa la dico io, che ho studiato un po’ di ebraico, e me ne assumo la responsabilità). Neil Douglas-Klotz spiega che “rahm” indica un tipo particolare di amore, l’amore cristallino e incondizionato di una madre o di madreTerra, accogliente, compassionevole, compartecipativo.

È l’amore istintivo involontario e magnifico che emana la Luna in Cancro (quest’ultima cosa la dico io, che ho studiato un po’ tanta Astrologia, e me ne assumo la responsabilità, e me la tiro tantissimo :)). La luna in Cancro è la Luna nel suo Domicilio, è il potere delle viscere femminili nel suo stato di massima purezza floridezza e pacificazione. È il potere che hanno ad esempio le persone con la Luna in Cancro di stare bene e fare sentire bene. È la fiducia nel potere supremo della Terra che si sa girerà sempre per il verso giusto perché si sa che fa parte dell’Universo e della sua armonia universale e noi possiamo appoggiarci a Lei, fidarci di Lei, nutrirci di Lei.

Ora io scrivo e sottoscrivo tutto quello che ho scritto. Ma tu hai tutto il diritto di essere perplesso/a e di chiedermi: “Dove è finito tutto questo potere, questa esuberanza creativa, questa felicità amorosa?…”
Prendo adesso con te l’impegno di discuterne nella prossima puntata.

 

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DELLA SERIE:
Articolo 1: Introduzione – La Questione Femminile sta dentro l’Utero. Utero come organo di relazione. Utero come organo di guarigione. Guarigione per Donne e per Uomini.

Come ti dicevo all’inizio di questo articolo, dalla serie di articoli “Monologhi dell’Utero” nascerà presto un progetto di Alchimia Femminile. Se sei interessata a ricevere news a riguardo, iscriviti alla mia newsletter a questo link e seleziona anche la voce “News di Alchimia Femminile“. Se sei già iscritta, modifica le tue preferenze cliccando su “Update your preferences” in fondo all’ultima newsletter ricevuta e segui le istruzioni.

*****

In questo articolo discuto di pregi e difetti secondo me del sistema Tantrico.
Ne discuto così bene che l’articolo ha meritato la censura, non ho potuto promuoverlo su Facebook. Leggi: “C’è un virus nel sistema tantrico?”

 

Se ti è piaciuto l'articolo, leggi anche:

  • La Rivoluzione Femminile siamo Noi
    La Rivoluzione della Donna parte dalla Donna, dal suo essere Donna.Non uguale all’uomo, non opposta o contrapposta. Se non ha spazio nelle strutture fatte a misura di maschio e gelosamente dominate da...
  • Frida e gli altri (e noi)
    Non mi interessano le mode. Mi interessa, moltissimo, il perché delle mode, che cosa le mode nascondono di noi, dei moti astrali e dei terremoti emozionali planetari.Dove e come stiamo andando? Lo si ...
  • Allineamento per le Anime Gemelle | Meditazione
    L'audio-meditazione per l'allineamento delle Anime Gemelle è stato creato da me ispirandomi a un lavoro di David Sabat, medium e operatore olistico. Ascoltarlo ti servirà a purificare e potenziare l’a...
  • Bellezza femminile senza età | Meditazione
    Con “Bellezza femminile senza età", ho preparato e ti metto a disposizione una meditazione per sentirti  attraente, affascinante e in sintonia con il Flusso della Vita e dello Spirito.È una meditazion...
  • Ho scelto di essere donna perché…
    Per evolvere di più ed essere felice più velocemente.(E pensa te se fossi un uomo).Per sentire di più e fluire col proprio sentireChe è la ragione per cui si evolve velocemente.Per l’intelligenza intu...

Silvia Pedri

Silvia Pedri

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una Pagina Facebook con 15.000 fan (2020). Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi saggi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta.

Tutti gli articoli di: Silvia Pedri