fbpx

L’Arte di Sognare Reale: Marzia Pistacchio

L’Arte di Sognare Reale: Marzia Pistacchio

L’Arte di Sognare Reale: Marzia Pistacchio 2000 1384 Silvia Pedri

L’Arte è sempre Rivoluzione. È Spirito, è Amore.
Condivisione. Creazione di Nuove Storie, nuova vita, per se stessi e per gli altri.
E la Vita, si sa, emette un richiamo irresistibile….

La protagonista dell’intervista di oggi è una giovane e sensibile donna, artista compagna e mamma felice.
Tra mille difficoltà, ha sentito il richiamo della Vita e non ha potuto resistergli. È stata sufficientemente umile e sfrontata da cedergli.

Le donne che ospito in questo ciclo insegnano l’arte di Sognare Reale.
Sono donne comuni e sono anche donne speciali. Hanno un sorriso e uno sguardo limpidi e radiosi. Sono fuori dagli schemi ma non fuori dal mondo. Sono felicemente integrate nel loro mondo. Sono fuori dal vecchio mondo. Sono se stesse. Audacemente, consapevolmente.
Nel loro piccolo, sono donne che incarnano il mio ideale di rivoluzione femminile. Si sono formate, con amore e dedizione, da sole e alle migliori scuole, e poi fanno quello che gli pare come gli pare, e ci riescono. Hanno avuto coraggio. O forse erano troppo più grandi dei piccoli schemi di oggi e dovevano per forza trovare il modo.
Come tutte le Donne, sono canalizzatori e trasformatori di luce, colore e ispirazione, di emozioni e spiritualità.
Sono individui autonomi ma niente affatto solitari (e non necessariamente autosufficienti in tutto). Hanno radici che affondano nella terra. Ma anche si estendono ed espandono in lungo e in largo nello spazio…
Personalmente le ringrazio di essere quello che sono e di avere collaborato con me.
Grazie a Silvia, Cinzia, Francesca , Monika, e a Simona, già intervistate nei precedenti appuntamenti di questa rubrica, e a Marzia, protagonista di questo appuntamento. Marzia Pistacchio - Intervista L'arte di Sognare Reale

Marzia Pistacchio, protagonista dell’intervista e autrice di Rosso Pistacchio.
Riusciresti a definire – la Donna che sei e – il Sogno che stai realizzando?

La Donna che sono vive il cambiamento come motore della propria esistenza , in continua sfida verso se stessa e continuamente peccatrice di ubris, tracotanza e arroganza.
Il mio Sogno è continuare ad avere sogni e divinità da sfidare.
Scrivere, truccare, insegnare, creare progetti artistici, queste sono le mie sfide.

Come lui ha costruito te?
l mio è un demone ballerino e piuttosto bizzarro. Mi ha danzato di fronte nudo, fino a che non ho potuto fare a meno di notarlo.
Mi ha costretta a guardarlo negli occhi, a iniziare a scrivere, a iniziare a essere una artista, a iniziare a essere la donna che volevo essere.

Come è evoluto?
Con la vicinanza di persone che mi hanno vista prima di me, che mi hanno spinta, creduta, amata.
Persone che si sono emozionate per le mie parole, per i miei racconti, che mi hanno fatto il grandissimo dono della lettura di ciò che sono.

Che Senso ha? Che cosa porta a te e a chi ne usufruisce? Quale moto del cuore soddisfa?
Ha il senso della soddisfazione di una urgenza. Il riempire la pancia di cose buone e belle. Il nutrirsi e il nutrire.

Quale è, all’opposto, l’aspetto che ti ha sorpreso?
Ho scoperto che la mia pancia non è solo mia , ma che è una pancia condivisa dove il sentire è spesso simile.

Quale è la dote che ha salvato la vita a te?
la tendenza alla teatralità, alla drammaturgia, al vivere la vita esageratamente , mi ha permesso di rimanere a testa alta e di salvare ciò che ho di più prezioso.

Quale è la dote che ha salvato la vita al tuo Sogno?
Il fatto di non essere solo il mio. Avere accanto persone che lo amano come fosse il proprio permette di non farlo cadere mai, di proteggerlo, di farlo crescere e figliare.

Come si fa a riconoscere quale è il nostro Sogno?
È quell’amante col quale mai ti stanchi di far l’amore.

Come si fa ad amarlo, rispettarlo e onorarlo, finché morte non ci separi da Lui?
Nutrendolo di cibo succulento, di carne vogliosa, di un’anima pura.

E soprattutto come si fa ad andarci sempre d’accordo?
Litigandoci fino a vomitare ogni tanto.

Per scoprire di più su Marzia: 
Rosso Pistacchio: ricette e storie crude“. Il libro di Marzia parla di cibo, quel cibo che Marzia ama tanto, e lo utilizza come pretesto per dare vita a storie carnali, ridicole, inquietanti, e quasi sempre poetiche.Ad accompagnare i testi, le oniriche illustrazioni dell’artista Giusy Ghioldi.
Lo trovi su Amazon a questo link

 

 

Se ti è piaciuto l'articolo, leggi anche:

  • L’arte di Sognare Reale
    Amo i Sogni, tutti, anche i sogni altrui. Soprattutto quando si sviluppano intorno a Bellezza e Amore, Dei a cui personalmente sono molto devota. Due artiste-non-solo-artiste hanno raccolto la mia sfi...
  • L’Arte di Sognare Reale: Francesca Lilith Miceli
    Lei dal colore si lascia attraversare: lo rappresenta col corpo e con le mani, lo condivide con tante altre donne che come lei vogliono continuare a crescere sperimentando e sperimentandosi…Le donne c...
  • L’Arte di Sognare Reale: Monika Hricko
    Lei il colore lo cavalca, “cavalca la tigre”, come si dice nella tradizione tantrica, dipinge la natura selvaggia e urbana che lei è, trasmette questa energia fresca e intensa a chiunque voglia…Le don...
  • L’Arte di Sognare Reale: Simona Pagani Galbusera
    Temeva di non avere un posto nel mondo. Allora se lo è inventato. E adesso, attraverso le sue competenze, le sue creazioni e la sua sensibilità fuori dall’ordinario, illumina e sostiene le persone nel...

Silvia Pedri

Silvia Pedri

Silvia Pedri è una libera esploratrice e comunicatrice. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una Pagina Facebook con 15.000 fan (2020). Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi saggi e poesie, mp3 di musica e di meditazioni, e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta.

Tutti gli articoli di: Silvia Pedri