fbpx

Nel mio precedente articolo (leggi “La più Grande Nascita della Storia, la Tua“) ti avevo fatto un AGGUATO.
Ti avevo preso di sorpresa con il punto di vista degli sciamani toltechi, fissati con la Libertà e la Liberazione, in grado di cogliere ogni opportunità e creare ogni strategia per sorprendersi, scuotersi, scomporsi, ricomporsi.
Avevo espresso la mia gratitudine per questo periodo storico eccezionale, per questa Crisi mondiale-e-di-più che è di per sé un impareggiabile “agguato”. Quale situazione sarebbe più efficacemente in grado di farci uscire fuori di testa, fuori di sé, altro da noi, oltre da noi!?

Vuoi ricevere i miei articoli in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al mio canale Telegram cliccando qui. In più, per te, ogni giorno, molti altri contenuti esclusivi e gratuiti, audio e video, per rendere la tua vita un’opera d’arte.

Il male è sempre al servizio del bene, il buio è una funzione della luce, come mi è capitato spesso di evidenziare nei post che scrissi durante la più traumatica e feroce quarantena della storia contemporanea e forse di tutti i tempi (Leggi anche il mio libro “Accendi la tua quarantena e la tua vita“). Il dolore è sempre al servizio del risveglio.

Cosa fai quando non ne puoi più? Cambi.

Cosa fai quando non ne puoi più della situazione interna, cosa fai quando non ne puoi più di te stessa/o, del tuo peculiare modo di prendere la vita e di soffrirne, dei tuoi corto circuiti e strade senza uscita? Cambi. Fai silenzio dentro e fuori, contatti la tua VERITA’, ti dissoci, ti osservi, prendi le distanze, dichiari la tua non collaborazione e connivenza, sei il dissenziente dissidente da te stesso. 😉
Ti arrendi, ti accetti, lasci che sia. Molli la presa, lasci che sia. Prendi una decisione, la decisione che cambierà per sempre la tua esistenza, in questa vita e nelle altre. Lasci che tutto si trasformi, nell’amore. Lasci che sia libertà. Non più ossessione, non più prigione.

Cosa fai quando non ne puoi più della situazione esterna, di tutto ciò che è al di là del tuo controllo pratico, emotivo, mentale e spirituale?
Non puoi fare niente. Puoi fare tutto. Cambi. Fai silenzio dentro e fuori. Fai spazio, fai silenzio dentro e fuori. Rispetti la tua VERITÀ. Ti dissoci, ti osservi, prendi le distanze, dichiari la tua non collaborazione e connivenza, sei il dissenziente dissidente dal tuo presente, trattieni in te il germe del Nuovo Mondo, nella pace, per proteggerlo, per amarlo, per gestirlo meglio, con pazienza, con fiducia. Ti arrendi, lasci che sia. Molli la presa, lasci che sia. Prendi una decisione, la decisione che cambierà per sempre la tua esistenza, in questa vita e nelle altre: dici di SI. Non per paura, non per rassegnazione. Ma per forza, per speranza, per fiducia, per certezza. Dici SI alla vita. Tu stai con la Vita, col FLUSSO, col presente. Lasci che tutto si trasformi, nell’amore. Dentro e fuori di te. Ne cogli la Potenza e la Bellezza nonché l’insuperabile potere trasformativo, la minacciosa onda di Rinascita. La Bellezza e la Bruttezza esteriore sono tutte trasfigurate dalla tua pace interiore, dall’ARMONIA di cui è composto il tuo sguardo contemplativo che è pura Bellezza, pura Libertà.

E più la situazione esterna è sconvolgente più vale la pena lasciarsi scuotere e cadere e andare in pezzi per capire che cosa veramente resta. Resta, sempre, solo ciò che è VERO. Resta ciò che è tuo. Resta ciò che sei. Resta ciò che è profondo e radicato, le tue vere risorse, l’amore che ti nutre, l’amore che nutri.

Vale la pena ringraziare per la VERITÀ che risplende nelle tenebre, che non puoi ignorare.
Non puoi scappare da te. Puoi vedere veramente chi sei, saggiare la tua forza e la tua debolezza, nelle difficoltà.
Tutto ti è rivelato dentro e fuori di te. Come si comportano le persone che facevano o fanno parte della tua cerchia di conoscenze o amicizie? È nelle difficoltà che si capisce chi sono.
È nelle difficoltà che puoi osservare e valutare i comportamenti tuoi e altrui e capire che cosa veramente vuoi per la tua vita.
È nelle difficoltà che puoi esercitarti ad accogliere, nella stessa pace e nel medesimo amore, tutto il Bello e tutto il Brutto.

È la costrizione, la pressione, l’oppressione della difficoltà che ti fa gridare di spavento e disperazione e che ti permette di arrenderti. Non di rassegnarti! La vita non conosce rassegnazione. La vita non va verso la morte. La vita vuole solo vivere e sa come vivere. La vita lascia che sia. La vita ama la vita, così com’è. Non di rassegnarti ma di arrenderti. Molli la presa, molli il controllo, molli la resistenza. Stai. Stai semplicemente presente a quello che è. Attenta/o, libera/o, vigile, vuoto. Nel VUOTO, nel silenzio, farai la cosa giusta, saprai come fare sentire la tua voce. Nello svuotamento, troverai la tua ricchezza, ti si riveleranno nuovi tesori, inedite soluzioni, insospettate e insospettabili fioriture.
Non importa se non capisci. Non puoi capire. Tutto è nuovo. Ricordi cosa diceva Steve Jobs? “Solo dopo molti anni, improvvisamente, collegai i puntini di tutte le esperienze formative che mi capitò di fare o che scelsi di fare per inspiegabile attrazione.”

E più la situazione esterna è sconvolgente più vale la pena accettare la sfida, ringraziare per tutto il coraggio e la dignità che sta tirando fuori. Non stai misurando la tua debolezza, stai sperimentando la tua Forza. La difficoltà non è punizione, il sacrificio non è umiliazione. È ciò che ti permette di fare un grande passo, è la più straordinaria delle opportunità. Più è grande la sfida più sono grandi le risorse materiali e spirituali che troverai. Le stai creando.

Stai creando il tuo Nuovo Mondo.

No copyright infringement intended. Contact for issues or removal.

Te lo faccio dire dalle parole vibranti di un grande scrittore:
“Più vieni messo alla prova, più questo vuol dire che il Grande Spirito pensa a te per farti crescere.
Se l’ostacolo è immenso è perché la forza ricercata e promessa nel suo superamento lo è altrettanto.
Conosco la parte più profonda del dolore degli straziati, di quelli che sono sradicati e fatti a pezzi dal loro destino. Ma davanti a loro vedo il Progetto dello Spirito.
E’ il progetto di una casa più grande di tutte quelle che hanno sognato, quello di una Dimora a cui hanno sempre lavorato senza essersene mai veramente accorti.
Casa nostra è sempre là dove ci attende l’essenza di ogni cosa.
La consolazione è nel rifugio all’interno del Cuore. Non soltanto del nostro cuore orfano, ma del Cuore di Tutto.”
Daniel Meurois, “Lo Sciamano e il Cristo”

La “via della croce”, la chiama Tolle , la via che ti fa dire basta. So come vincere. Mi arrendo. Arrendersi è la prima e prioritaria strategia di vittoria. Arrendersi è riconoscere e rispettare la VERITA’, stare nella verità. Come dicevo prima, è proprio la costrizione, la pressione, l’oppressione della difficoltà che ti fa gridare di spavento e disperazione e che ti permette di arrenderti, di fare la scelta, di dire SI. E, misteriosamente, di risalire.

Durante i miei primi rituali sciamanici, lo Spirito animale che incontrai fu il Serpente. Era un Serpente Velenoso. Dal un colore argenteo scuro, dalle mascelle gonfie di veleno. Era la capacità di soffrire. Di stare nel veleno, nel suo sapore amaro e nel suo potere tossico e distruttivo, letale, di trasformarlo e di farne risorsa, opportunità. Guardare in faccia la morte. E scegliere. È un potere che ho sempre avuto, una pulsione di rinascita che mi possiede, costantemente, per carattere, per impostazione energetica, karmica. È fiutare la Via. Trasformare il pellegrino. Scovare le opportunità, rivoltare l’esistenza.

Solo molto più tardi ho capito che non è necessario fare tutta questa fatica. Può essere un talento o una abilità da allenare. Può portarti fortuna. Ma non è necessario. Non è necessario andare in combustione per rinascere. Può essere un buon risveglio. Ma puoi svegliarti anche prima. Puoi rinascere anche prima di morire. Anche ORA.
Quanto devi aspettare ancora? Di quanta sofferenza hai bisogno ancora? Cosa devi trovare ancora che già non hai dentro, sotto gli strati delle tue sabbie mobili.

Resta nel tuo silenzio. Riposa, per un eterno attimo, immobile, nella tua VERITA’.
Puoi farlo ora.
E per sempre.

Conviene a te e anche a tutti quelli intorno a te.
Lo sai, sei contagioso/a.

Molla la presa dal rancore e dalla paura, dal passato e dal futuro.
Lasciati essere. La tua identità non è formata dal tuo passato, non si formerà dal tuo futuro.
La tua identità è ora.
ORA sei libero di contattare la tua VERITA’ ora sei libero di percepire e di scegliere chi vuoi essere.
Lasciati essere.

Nel mio precedente articolo (La più grande Nascita della Storia, la TUA) ti avevo parlato dell’AGGUATO. Proprio poco tempo dopo averlo scritto, rilessi un libro che mi è molto caro e che ho sempre trovato bellissimo, “Il Potere del Silenzio“. Non è il solito manuale di self-help. È uno di quei romanzi meravigliosi che solo persone saldamente in contatto con lo Spirito riescono a creare. Qui Castaneda ricorda i requisiti dell’arte dell’ ”agguato”. Quattro, come ogni cosa significativa su questa Terra, secondo i Toltechi.

Il numero quattro costruisce la realtà, le realtà. Per uscire vittoriosi, liberi, da qualsiasi tipo di agguato, per trasformarlo in risorsa, per padroneggiare la tecnica dell’agguato servono:

  1. spietatezza
  2. dolcezza
  3. pazienza
  4. astuzia.

Spietatezza” è il concetto più ambiguo e sospetto, per lo meno per il lettore occidentale. Ma è il più importante, è la condizione necessaria, la “conditio-sine-qua-non”. Non è mancanza di empatia. Tutt’altro. Solo nel distacco, nel silenzio, puoi percepire la realtà tua e altrui, puoi stare nella VERITA’, puoi provare la autentica “compassione” che è “cum” “patire”, soffrire insieme, sentire senza opporti al sentire, senza frapporre il tuo pesante, goffo, ingombrante, irriducibile, stupido ego tra te e la sensazione e tra te e la comprensione. Il distacco e il silenzio sgorgano dalla mancanza di compiacimento, indulgenza, compatimento e autocompatimento. Questa è la “spietatezza”, santa, efficiente ed efficace. Sii sobrio, sii VERO. Sii spietato con la verità di quello che sei e che senti e che vuoi veramente. Sii libero da tutti gli infantili riflessi condizionati dell’autocompiacimento, dell’auto-rivalsa, dell’auto-pietismo.

Non è più tempo di essere bambini. Puoi essere uomo ora. Dolce, paziente, astuto. E spietato.
Non puoi scappare dalle tue prigioni, da te stesso e dalle tue interpretazioni soggettive oppure dalla situazione oggettiva in cui ti trovi.

Puoi farne il TUO REGNO.

Il Regno dei Cieli è ORA perché il tuo Regno dei Cieli sei Tu.

Puoi finalmente guardarti senza veli, con spietatezza, con coraggio, con contatto autentico, abissale, vero e reale.

“Frida Khalo. Artista di fama internazionale. Rivoluzionaria nell’arte, nella vita, in politica. Icona contemporanea mondiale. Trascorse in media metà della sua esistenza a letto tra atroci dolori” (No copyright infringement intended. Contact for issues or removal.)

Puoi trasformare le tue ossessioni in VISIONE.
Puoi trasformare la tua costrizione in Creazione, in Creatività, in Arte, in Vita, in Libertà.

Abbraccia la tua vita.
Prendila a piene mani e con le tue mani plasmala e amala.
Amala con illuminata, travolgente, folle passione.

“Dipingo me stessa perché passo molto tempo da sola. E sono il soggetto che conosco meglio.”
(Frida Khalo)

Leggi anche:
La più Grande Nascita della Storia, la tua
Amore e Verità
La chiave del TUO potere

Copertina: foto di Bertsz da Pixabay


CONSIGLIATI PER TE

Libro Forza e Equilibrio - Ebook di SIlvia Pedri

“Il Libro della Forza e dell’Equilibrio” | Ebook

Contiene tutte le mie strategie, quotidiane o quasi, di benessere e di crescita personale, di pulizia energetica e depurazione fisica, la base per qualsiasi crescita e qualsiasi tipo di Benessere e Splendore.

Author

Silvia Pedri esplora la vita liberamente e la comunica in modi artistici. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale e una Pagina Facebook con 16.000 fan (2021). Offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi, saggi e poesie, crea mp3 di musica e di meditazioni e video in cui recita se stessa ed eventualmente canta. Se vuoi sapere di più su esperienze e competenze, clicca sull'icona di LinkedIn.

Write A Comment

Chiudi il Popup
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi in omaggio la meditazione guidata "Fiorire a nuova vita". Che aspetti?
Chiudi il Popup
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi in omaggio la meditazione guidata "Fiorire a nuova vita". Che aspetti?