fbpx

L’altro giorno una persona si è stupita di quanto io fossi puntuale e utile nella lettura della sua carta astrale. Aveva già sentito altre letture, anche su di sé, e mai erano state così. Lo so. Normalmente chi lavora con l’astrologia è approssimativo. Senza vergogna in quanto senza saperlo. Approssimativo in quanto soggettivo. Insomma alla cazzo.

“Venere ti transita sul segno di nascita.” Voilà l’Amour. Cosa ti lamenti. E vi assicuro che invece non c’è alcuna correlazione né consequenzialità tra i due fatti 1) il pianeta Venere nel tuo segno di nascita e 2) il principe azzurro ivi giunto e sceso dal suo destriero.
“Venere in leone è bella, in ariete è bella… cara consultata hai ragione stai tranqui sei bellissima.” E vi giuro che invece non c’è connessione diretta tra Venere e bellezza fisica e che per giunta Venere nei segni di fuoco non ha alcuna parentela con la Bellezza in qualsiasi modo la si voglia intendere. Ma capisco che sia difficile comunicare a una persona caratterizzata da elemento fuoco che la sua femminilità rientra nella categoria “ ‘nsomma”, per dirla con un eufemismo.
Piacere poi può piacere. Ma non è bella. Non è bello ciò che piace.
(Episodi che ho sentito con queste mie orecchie)

Se preferisci, puoi ascoltare questo articolo in formato audio sul mio canale Spotify.

Massì è bello, tutto va bene, tutti scrivono poesie, tutti cantano. Tutti hanno il diritto e quasi la compulsione, il dovere di esprimersi, stare zitti è un peccato mortale. Tutti virologi. Tutti astrologi. Ma l’Astrologia è una scienza. Sì, hai capito bene, è una scienza, si muove per coordinate precise, millenarie, verificate, oggettive, verificabili empiricamente.
Ogni soggettivismo è ufficialmente autorizzato da quando decenni fa Luisa Morpurgo, involontaria espressione dei tempi, ha avuto un enorme successo facendo comparire nella bibliografia astrologica accademica testi dove argomentava, argomentava per modo di dire, sue opinioni, sue impressioni, sul valore dei pianeti. Ma l’astrologia, come la matematica, come la cucina, non è una opinione.
Puoi dire “mi piace” ma non “va bene”.
Puoi anche essere inconsapevole della tua Venere in esilio (facile che tu lo sia dal momento che non avendo quel tipo di energia non sai nemmeno che cos’è) puoi anche esserne baldanzosamente fiero e soddisfatto, puoi dire “mi piace” perché no? Ma, lo stesso, non ti porterà fortuna. Non ti farà bello. Non ti farà bene.
Magari non ti fa neanche tanto brutto se il resto della carta astrale, il resto delle energie che ti compongono, sono in prevalenza fluide forti e armoniose.
Ma manifesterai cadute di stile. Chi è sensibile le coglierà e tu ne sarai svalutato.
Manifesterai comportamenti “senza proporzione” e ti metterai nei guai.
E attirerai cadute di stile, problemi, disarmonie.
Non sei Bellezza. Non stai nella Bellezza. Non è un caso se gli antichi consideravano Venere la piccola e Giove la grande fortuna. Venere è e attira Armonia.
Bellezza è Armonia. E questo è un fatto.
Bellezza non è bruttezza. Questo è un altro fatto.
Nelle università da anni si studia l’estetica della Bruttezza. E ha senso. Ma solo perché l’espressione artistica, col passare dei secoli, dovendo esprimere lo spirito dei tempi, ha perso la Bellezza, ha scelto di dare voce alla disarmonia, al disagio. E questo è giusto, arte non è decorazione, è, quando è autentica, espressione dello Spirito. Arte è anche problematizzare la perdita della Bellezza. L’Arte ci rende evidente che la nostra civiltà ha perso Venere e usa solo Mercurio. Tutto, perfino a casa di Venere, è comunicazione, discussione, articolazione linguistica e mentale, più o meno di qualità. L’Arte ci rimanda l’evidenza che nella nostra civiltà tutto è guerra, dentro e fuori di noi, non Armonia.
Alla fine, tutto è rumore, disordine, distonia. Niente è più Bellezza.
Siamo frastornati, sfiniti, ma ci è difficile identificare il problema, ci è difficile anche solo renderci conto della nostra fatica di vivere, perché non abbiamo mai sperimentato la situazione di parametro ottimale.
Che cos’è la Bellezza?

Non è bello ciò che piace. Appunti di Astrologia su Venere e altre catastrofi + Silvia Pedri
Particolare della Venere di Milo. (100 a. C.) “Sotto questo nome è universalmente nota la statua di Afrodite scoperta nell’isola di Milo ed esposta al Museo del Louvre a Parigi, che nella cultura moderna ha rappresentato e simboleggiato la bellezza femminile quale era intesa nel mondo classico.” (Enciclopedia dell’Arte Antica Treccani) – No copyright infringement intended. DM for credits or removal.

Chiedi a una Venere in Bilancia se sei bello. Lui/lei ti dirà senz’altro di sì, non vuole certo turbare l’armonia che c’è tra te e lui essendo scortese! Se poi lui/lei ha anche una bella luna avrà sincero piacere e sincera premura nel farti stare bene e nell’accoglierti con generosità. Però se lo osservi nella sua vita quotidiana lo coglierai diverse volte in condizioni di profonda sofferenza a causa delle sconcezze che vede in giro, comportamenti che lo feriscono personalmente nel suo senso, nel suo connaturato istinto, di Bellezza, Giustezza, Armonia. Lui SA che cosa è bello. Lui FA che cosa è bello. Può avere cadute di stile nell’interpretazione personale del suo senso di Bellezza o può avere cadute di stile per infiniti altri tranelli che gli impone il resto della sua configurazione planetaria. Ma lui sarà sempre, dentro e fuori di sé, Bellezza.

Chiedi a una Venere in Toro se sei bello. Massì, ti risponderà. I tori sono persone semplici. Ma poi, continuando ad osservarli, ti accorgerai che il loro superpotere è proprio la semplicità, il loro supersegreto neanche tanto segreto è la naturalità. La Bellezza irresistibile, suprema, che incarnano, è l’ordine naturale delle cose. Non l’ordine del segno della vergine, che mette a posto, mette in disordine e poi in ordine, simmetricamente, in parti uguali, in fila per tre col resto di due. Venere non è ordine umano. Non è simmetria. È proporzione. È armonia. È ordine divino.
È quella roba che contempli nella Natura. (E, piccola anticipazione, se sei in sintonia con la Natura sei in sintonia col Tutto sei in sintonia con Dio insomma scusate se è poco.)
La persona che ha Venere in toro, che sia maschio o femmina, ammalia e attira. Lei non lo sa. Tu non lo sai. Ma non per questo il potere di attrazione funziona meno.
Non so a livello ferormonico che cosa emani Venere. Ma una buona Venere in toro fa muovere i sassi. Funziona. Sempre. Una Venere potentissima in toro è ciò che ha reso Franco Battiato un genio assoluto. Non solo. Una Venere potentissima in toro è ciò che ha reso Franco Battiato, nonostante il suo carattere terribile e una vita molto difficile, una persona di straordinario successo. Una buona Venere in toro è ciò che rende Fiorello, che genio non è, una persona piacevole e di straordinario successo. Una donna qualunque con una buona (intendo senza debilità particolari nel tema di nascita) Venere in toro sarà sempre bella. Sarà sempre la-più-bella (e mi costa dirlo e mi è costato riconoscerlo ogni volta). Non sarà curata come la Venere in Bilancia, che per forza che è bella guarda come è curata. Può essere a volte perfino sciatta. Può portare su di sé rughe e anni più di Nefertiti se fosse ancora viva. Ma porterà in sé un incedere di Bellezza, naturale semplice e incontrovertibile, discreta e umile ma sbalorditiva per chi ha occhi per vedere. È in proporzione aurea! 🙂 È una fibonaccia naturale. Come le foglie o le conchiglie, e quasi ogni creatura animale vegetale o minerale, che si sviluppano in base alla sezione aurea, al numero phi individuato da Fibonacci.

Non è bello ciò che piace. Appunti di Astrologia su Venere e altre catastrofi + Silvia Pedri
Juliette Binoche, l’attrice più pagata di Francia. Sole in pesci (luogo di esaltazione di Venere). Venere in toro. Anima e muove anche i sassi. – No copyright infringement intended. DM for credits or removal.

Giove, dicevamo, dicevano gli antichi, è la “grande fortuna”. Giove è l’espandersi della fortuna. Venere è la “piccola fortuna”. Giove è l’espandersi del denaro. Venere è il denaro. Venere è ciò che attiri. Venere è come attrai. Per magnetismo. Per affinità.
Venere è la fortuna stessa, è essere in armonia, è essere armonia.
E gli uomini non si sentano esentati dall’onorare e coltivare Venere. Certo per il loro fascino ha più peso Marte, il fare. Ma con Venere problematica attireranno donne problematiche. E una donna problematica, anche una sola alla volta ;), rovina l’esistenza.

Venere è proporzione. Non è perfezione.
Venere è magnetismo. Non è esibizione.
Puoi esibirti e avere straordinari successo e soddisfazione grazie alla brillantezza sfolgorante del tuo Mercurio, del tuo Marte, del tuo Giove… Ma fino a quando ti esibisci non hai un atteggiamento venusino. Neanche se sei geometricamente perfetta. Non sei Venere. Neanche se hai i muscoli tonici. Venere, scusate le mie cadute di stile in salsa marziana, se ne sbatte dei muscoli tonici.
Venere è femminile. Venere è Venere e non è Marte.
E questo è un fatto. Tutti questi, descritti finora, sono tanti fatti. Ovvi da sempre eppure sconosciuti.
Il segno opposto al toro, è lo scorpione. Inebriante e magnetica è la natura di maggio, la natura di toro. Vi risiede il domicilio prediletto dalle forze venusine mentre Marte, robusto ma indolente, si vi esilia. Marte sta di casa in scorpione e in ariete. Si esilia nei segni opposti, toro e bilancia, dove sta Venere.
Venere non è fare, è essere, Venere non è conquistare, è attrarre, non è prendere, è farsi prendere. Venere in scorpione e in ariete smarrisce la sua identità venusina. In esilio, il pianeta non porta alla persona i suoi valori. La persona si sente forte solo perché non ha la minima idea di quale sia la sua debolezza, di come sia connotata e di come funzioni.
E questo vale molto più per Venere che per Marte perché Venere, nella nostra attuale civiltà, è LA grande sconosciuta.

Come la matematica, come la cucina, l’astrologia non è una opinione. Esistono coordinate essenziali, che vanno conosciute e rispettate. L’Astrologia è la filosofia dell’Essere.
Per questo si può essere così puntuali e utili nei consulti. Perché le coordinate essenziali sono leggi di natura.
Quando ti sai orientare non confondi l’Est col Sud, sai benissimo come funzionano e cosa comportano.
Non confondi il sale con lo zucchero ma neanche lo zucchero di canna con il malto d’orzo o la stevia, sai benissimo, ti conviene saperlo, come funzionano e cosa comportano. Altrimenti la vita è uno schifo, ha un cattivo sapore. È semplice: in cucina, ci vuole proporzione! direbbe Venere.
La Natura, e tutto ciò che ne è parte tra cui te che mi leggi o mi ascolti, funziona così, da millenni
Perfino in cucina gli Orientali hanno declinato una filosofia, secondo la quale ogni elemento e ogni comportamento ha la sua funzione energetica con conseguenze pratiche. Sembra Astrologia, e invece è Macrobiotica.

Iscriviti al mio canale Telegram!
Fuori da censura. Strumenti spirituali e materiali esclusivi.
Stai con me. Insieme gioiamo. Insieme vinciamo. Insieme cresciamo, insieme CREIAMO. Spargiamo e coltiviamo semi di Vita.
Entra anche tu a far parte del mio canale Telegram: ricevi i miei contenuti direttamente sul tuo smartphone e commentali insieme a me con la nuova funzione Chat!
In alternativa, iscriviti alla mia mailing list per ricevere i miei aggiornamenti settimanali via email.

Un antico detto alchemico è anche “Niente Venere. Niente Iniziazione.”
Infatti la nostra civiltà è completamente allo sbando, allo scempio, siamo nella dannazione e con poche e contorte opportunità di redenzione.
Chi ha Venere? Dove andarsela a prendere? Chi sa che cosa è “Venere”?
Chi ha il coraggio di onorarla?
Chi sa come onorarla?
Ma una cosa è certa. Se sei nel tuo baricentro di armonia cosmica sei al centro della Verità dell’Esistenza. La Porta dell’Inizio di ogni Conoscenza ti si apre.
Conoscenza, Consapevolezza, Libertà… piena e gioiosa Realizzazione…
Invece no. Sorry. Non ti riguarda. Ehh te l’ho spiegato finora.
Non so se fai parte dei pochi fortunati. In caso contrario, scordatelo. “Niente Venere. Niente Iniziazione.”
Questo è il determinismo astrologico.
Sei composto da una precisa interazione di ingredienti. E di conseguenza produci intorno a te una regolare e infinita ripetizione di sfighe.
E anche questo è un fatto. Legge di Natura.
Fino a che non ti stufi. Fino a che non interrompi il determinismo con l’esercizio del tuo libero arbitrio, della tua Volontà, e fai evolvere la Natura stessa secondo le sue stesse naturali, perfette, Leggi. Fino a che non decidi di decidere di scegliere di uscire dal determinismo.
Puoi uscire dalla bolla in cui ti trovi imprigionato, il guscio della tua personalità, la bara di specchi della tua bella addormentata. Non è un passo. È un processo. Non esci da quello che sei facendo un passo. Sei chi sei. In questa incarnazione sei vestito così. Ma puoi ad esempio iniziare a studiare chi sei, a studiare la mappa e trovare dei punti di ristoro, delle vie di fuga o delle vie di rigenerazione.
Per ricreare una Nuova Età dell’Oro, di Pace e Prosperità, devi onorare tutti gli Dei che hai dentro di te, rispettare onorare e coltivare non ciò che ti piace ma, permettimi di essere antica e rivoluzionaria, ciò che è Giusto secondo Natura.
E ciò è possibile da questo stesso, preciso, momento.
Se nella vita vuoi Bellezza, creala!
La vita tutta te ne sarà grata. 

Leggi anche…
A cosa serve studiare
Primo articolo su Marte: Le Vie di Marte (portano a Venere)
Secondo Articolo su Marte: Dalla parte di Marte


CONSIGLIATI PER TE

Messa a Nudo – Ebook

Rispetto i miei bisogni e i miei desideri. Rispetto i tuoi bisogni e desideri. Ti amo. Mi lascio amare da te.

Messa a Nudo è un ebook ricco di scenari e di emozioni. Poesie per innamorarsi. Della Vita, di sé e, soprattutto, degli altri.

C'è vita sul pianeta - Romanzo di Silvia Pedri

C’è vita sul pianeta | Ebook

Non so se ti capitano spesso esperienze che ti ribaltano la vita.
Certo, io me la sono andata a cercare.
Un giro completo in latitudine. Un altro emisfero.

C’è vita sul pianeta!” Una esclamazione di pura sorpresa e meraviglia.

Consulenza Astrologica

L’Astrologia è sempre stato uno dei miei linguaggi, quasi una lingua madre. È una mappa, una filosofia, una forma di pensiero e di esplorazione della realtà. Mi aiuta ad orientarmi e a trarre il massimo da tutte le strade che scelgo di percorrere.
Uno studio serio, paziente e attento, culminato nella formazione permanente con Fabio Patruno, mi ha permesso di canalizzare e valorizzare i miei talenti di sensibilità e empatia. Per me è un piacere mettere a disposizione le mie conoscere per aiutarti a conoscere te stesso e il tuo mondo, il senso degli eventi della tua vita, delle tue relazioni, come prendere le decisioni nel modo più consapevole e aderente a te stesso, nel nome della massima crescita e felicità.

Author

Silvia Pedri esplora la vita liberamente e ne comunica la potenza in modi artistici. Frequenta temi spirituali con esperienza e padronanza. Gestisce un blog di crescita personale, offre consulti, scrive, dipinge, fotografa, autoproduce ebook di romanzi, saggi e poesie, crea mp3 di musica e di meditazioni e crea video in cui recita e canta. Se vuoi sapere di più sulle sue competenze, clicca sull'icona di LinkedIn.

Write A Comment

Chiudi il Popup
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi in omaggio la meditazione guidata "Fiorire a Nuova Vita". Che aspetti?
Chiudi il Popup
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi in omaggio la meditazione guidata "Fiorire a nuova vita". Che aspetti?